Quando si parla di frese cnc ci si riferisce ad un macchinario molto utilizzato nelle aziende di falegnameria. Molto versatile, la fresa cnc (dove cnc sta per macchine a controllo numerico, una sigla inglese utilizzata a livello internazionale) è in grado di soddisfare qualsiasi input creativo e fantasioso con il legno.

 

Cos’è la fresatura legno cnc?

La fresa cnc legno è, come definisce la sigla cnc (Computer Numerical Control – macchine a controllo numerico) un macchinario che compie il movimento di fresatura attraverso il comando di un programma che viene manualmente inserito dall’operatore sul computer presente nella macchina. Di fatto, il cnc legno è una macchina utensile autonoma che, oltre la programmazione preventiva, non ha bisogno di nessun altro comando. Le frese per cnc, quindi, non sono dei robot. Infatti, la fresatura con questi macchinari non è in grado di adattarsi a situazioni che non sono previste dalla programmazione inserita dall’operatore come, invece, farebbe un macchinario robot. La fresatura legno cnc è in grado di raggiungere degli altissimi standard qualitativi poiché è in grado di creare dei prodotti finali liscissimi e quasi totalmente privi di difetti. Tra le frese cnc legno più famose ed utilizzate comunemente da quasi tutti i falegnami c’è indubbiamente il pantografo cnc. Questa fresa per cnc fu una vera e propria rivoluzione che permise di automatizzare molti procedimenti un tempo ben più dispendiosi. Infatti, le lavorazioni possibili sono censite dal numero di assi che il macchinario scelto è in grado di gestire.

 

Cosa sono i programmi di fresatura cnn

Banalmente, un programma cnc è un insieme di istruzioni che vengono espresse attraverso un linguaggio interfacciabile al computer. Queste espressioni vengono, quindi, raggruppate in frammenti di codice che vengono definiti blocchi o linee. Ogni blocco o linee (insieme di codici e numeri) è, quindi, un programma cnc che, inserito in determinati momenti determina la lavorazione (o fresatura) che si vuole ottenere con le frese cnc per legno. Al momento esistono moltissimi linguaggi di programmazione per i macchinari cnc legno e tutti arrivano direttamente dall’evoluzione del primo linguaggio base inventato: il codice iso standard. Inoltre, tra i consigli più gettonati nell’impiego della fresa legno cnc c’è sicuramente quello di utilizzare un simulatore prima di attivare un programma. Questo passaggio evidenzierà possibili errori che comporterebbero dei danni al materiale in lavorazione.

 

Le lavorazioni più comuni della fresatura cnc

Contornatura, sezionatura e sagomatura sono le lavorazioni più comuni che si effettuano con la fresa cnc. La prima, come anticipa il termine stesso, è la lavorazione che contorna il legno e lo rifinisce, quindi, nei suoi contorni. Questa lavorazione può ripassare i contorni del legno sia rendendoli più lisci oppure lasciando più rugosità. La sezionatura, poi, impiega dapprima delle frese che tagliano il legno su misura e successivamente prevede una rifinitura con un’altra fresa. La sagomatura, invece, crea delle specifiche figure nel legno. Ad esempio un cerchio o un quadrato. Per conoscere i tantissimi modelli di frese cnc per legno, il sito www.fraisertools.com offre un ampissimo catalogo da poter consultare. Del resto, la fresatura cnc per legno è tra le innovazioni più profonde ed epocali avvenute nel settore della falegnameria. Parliamo, infatti, di attrezzature molto versatili e in grado di effettuare qualsiasi lavorazione, rendendo meno faticosa e dispendiosa la professione di falegname. Se si è alle prime armi, mai affidarsi a fornitori inesperti e troppo economici.