Tanto nell’ambiente business quanto in quello privato, riuscire ad individuare sistemi che possono aiutarci a vivere più facilmente gestendo il tutto in modo digitale è di grande aiuto. Ecco perché, sia nell’ambiente di lavoro che in quello domestico hanno preso piede i NAS: ideali per chi ha molti file multimediali come foto, film e musica, può aiutare ad archiviare o condividere con altre persone. Che succede però quando questo sistema si blocca o si guasta? I dati potrebbero essere irraggiungibili creando non pochi problemi; ecco perché vogliamo suggerirti il centro recupero dati NAS che può aiutarti in poco tempo a riavere tutti i tuoi file a disposizione. Prima di parlare di come recuperarli, cerchiamo di capire cos’è, quali sono i suoi vantaggi e come utilizzarlo in modo corretto cercando di evitarne blocchi e guasti.

Cos’è un NAS?

Utilizzato tanto in ambiente domestico quanto in quello business, il NAS possiamo definirlo un dispositivo di grande capienza che aiuta ad archiviare e condividere dati grazie ad una connessione Wi-Fi in comune. Con all’interno un hard disk che fa da memoria, riesce a memorizzare una serie di dati e file che possono poi essere condivisi con altri utenti. In poche parole, il NAS diventa una periferica che funziona quasi come se fosse un Cloud privato che può rimanere dentro casa o magari in ufficio.

Trattandosi fisicamente di un PC con un sistema operativo, il NAS si compone di diverse componenti come CPU, RAM, Hard Disk e molto altro. Per memorizzare i dati hai due scelte: puoi utilizzare lo striping o il mirroring a seconda delle necessità di sicurezza del determinato file. Apprezzato perché si trasforma in un vero e proprio data center, può comunque guastarsi non solo per inutilizzo improprio ma anche per usura.

Vantaggi di un NAS

Perché dovresti acquistare un NAS? Quali sono i vantaggi? Per prima cosa partiamo dalla possibilità di utilizzarlo sia in ambiente domestico che lavorativo ma non è certo il più importante; il fondamentale è che dà la possibilità di accedere ad ogni file archiviato da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento si desideri, anche se più persone sono contemporaneamente interessate a quel determinato file.

Facendo un esempio in un ambiente domestico: un tuo familiare può ascoltare una delle playlist caricate riproducendola sul suo smartphone mentre tu puoi guardare un film dalla tv del salotto.  Lo stesso chiaramente vale per gli ambienti di lavoro dove cambiano le tipologie di file ma non cambia il vantaggio.

Cosa fare quando il NAS non funziona più?

Uno degli errori più comuni relativo al NAS è che non risponda o che abbia problemi di connessione tanto da restare perennemente offline; quando succede molte persone tendono ad andare in panico e a pensare che ormai sia tutto perduto ma non è così. Non ti biasimare se non hai un backup, hai acquistato un NAS proprio per poterlo utilizzare come un Cloud e soprattutto devi sapere che c’è una soluzione: il recupero dati NAS se contatti professionisti del settore è possibile.

Recupero dati NAS: perché evitare il fai da te

Il fai da te in questi settori può essere davvero dannoso; sappiamo che online si trovano tantissimi tutorial per provare a fare da soli ma non è certo la soluzione migliore. Talvolta facendo in modo autonomo si può guastare definitivamente il dispositivo rischiando davvero di rendere irrecuperabili i dati all’interno.

Ad occuparsi di recupero dati NAS è Centro Recupero Dati Roma: l’azienda specializzata, con molti anni di esperienza alle spalle, riesce a distinguersi con puntualità coprendo in realtà diverse città grazie a punti di assistenza localizzati su Como, Milano, Bologna, Torino, Firenze, Caserta, Napoli e L’Aquila oltre ovviamente alla Capitale.