Cucinare a microonde è un ottimo metodo per preparare piatti sfiziosi e gustosi in pochissimo tempo. Contrariamente a quello che si pensa generalmente, il forno a microonde non serve soltanto a riscaldare piatti già pronti, o a scongelare alimenti pescati dal congelatore. Anzi, in realtà costituisce un metodo di cottura alternativo ricco di vantaggi.

La cottura a microonde è una tecnica molto economica, che consente un enorme risparmio sia di tempo che di energia consumata. Purtroppo però è un metodo di cottura molto diverso da quelli convenzionali. È facile, agli inizi, ottenere dei risultati deludenti e scoraggiarsi. In questi casi, la tentazione è quella di lasciar perdere e tornare subito ai metodi tradizionali. Ma preparare dei piatti buoni e salutari al microonde è assolutamente possibile. Come in tutte le cose, occorrono conoscenza e pratica. E occorre tanta pazienza. Non devi mollare subito ai primi insuccessi, ma continuare ad insistere e a sperimentare. Soltanto così potrai imparare a cucinare bene usando il microonde.

Gli accessori del forno a microonde

Se vuoi imparare a cucinare bene utilizzando il forno a microonde, è importante che tu sia ben consapevole degli strumenti che questo apparecchio ti mette a disposizione. In particolare, ci soffermeremo su due accessori fondamentali del vino a microonde. Comprenderne bene il funzionamento e le potenzialità è un passo obbligato per riuscire a preparare dei piatti fantastici.
Prima di tutto parliamo del piatto grill. Questo è uno strumento indispensabille, che permette, in un certo senso, di ovviare ad uno degli aspetti della cottura a microonde forse meno apprezzata e compresa. Le microonde utilizzate da questo forno, infatti, scaldano gli alimenti portandoli a cottura, ma non sono in grado di eseguire una buona rosolatura, indispensabile per creare quella crosticina così croccante e saporita alla quale siamo abituati.

Ecco allora che il piatto grill diventa davvero irrinunciabile. Si tratta di una sorta di recipiente di vetro capace di assorbire le microonde e di raggiungere temperature molto elevate. Quando il piatto è ben caldo basta basta appoggiarci sopra gli alimenti, esattamente come si farebbe su una griglia o in padella. Attenzione però, questo strumento è utile soltanto a formare la crosta esterna. Per una cottura completa e in profondità, dovrai continuare a cuocere l’alimento con il normale processo di cottura a microonde.

Altra fantastica applicazione dei forni a microonde è il controllo automatico della temperatura. Questi forni sono dotati di una sorta di termometro collegato all’apparecchio. Il termometro va collocato all’interno dell’alimento, in modo da monitorare costantemente la temperatura interna durante la cottura. È possibile programmare un preciso grado di cottura, stabilendo una temperatura ottimale. Al raggiungimento di questa temperatura, il termometro blocca il forno.

Affinché questo metodo funzioni è indispensabile collocare il termometro perfettamente al centro dell’alimento. Mettendolo più esternamente, si rischia di avere una percezione completamente errata dello stato di cottura interno.
Questi sono soltanto due tra gli strumenti incredibili che possono essere integrati ai forni a microonde. Se ti interessa acquistare un forno a microonde, puoi dare un’occhiata a questo sito specializzato, www.migliormicroonde.it, dove potrai trovare un vasto assortimento di forni a microonde dotati di strumenti e tecnologie delle più svariate, in grado di soddisfare qualsiasi esigenza o gusto personale.

Cosa si può cucinare in un forno a microonde?

Grazie al forno a microonde è possibile cucinare tantissimi tipi di piatto diversi, riuscendo al contempo a risparmiare tempo ed energia, e soprattutto a mantenere quasi inalterate le caratteristiche nutrizionali degli alimenti. Con questo strumento è possible preparare un ampia gamma di preparazioni. È uno strumento molto adatto alla preparazione di minestre, creme o patè. Inoltre, è molto adatto alla cottura di diverse preparazioni a base di pasta e riso.

È molto indicato anche per la cottura di carni e pesce. Soprattutto per il pesce, consente una cottura molto più delicata e rispettosa della materia prima. Il forno a microonde inoltre è davvero molto utile per la cottura delle verdure e delle uova, rispettando perfettamente le loro proprietà nutrizionali. È inoltre molto semplice cuocere dei dolci al microonde, soprattutto le torte Omi dolci a base di frutta.

Dove davvero il forno a microonde non può aiutarti, è nella cottura dei legumi. Questi infatti tendono a diventare duri, non riuscendo ad assorbire bene l’acqua necessaria ad una loro cottura omogenea. Non è possibile eseguire una buona frittura, perché può essere troppo difficile controllare la temperatura dell’olio. Attenzione anche alla cottura delle uova con il guscio, che potrebbero scoppiare con estrema facilità.

Alcuni consigli sulla cottura al microonde

È necessario averne in mente alcuni aspetti della cottura a microonde per capire bene come valorizzarla al meglio. Generalmente i tempi di cottura sono molto inferiori rispetto a quello dei metodi di cottura tradizionali. Però, il tempo potrà variare in base al forno specifico che si utilizza. Inoltre, gli alimenti che contengono una gran quantità di zuccheri e grassi impiegano meno tempo per arrivare a cottura. I grassi e gli zuccheri, infatti, assorbono l’energia delle microonde molto velocemente. Attenzione inoltre alla densità dell’alimento. Gli alimenti più densi impiegheranno naturalmente più tempo per cuocere, perche le microonde penetreranno più difficilmente fino al cuore dell’alimento.

Altro aspetto importante da padroneggiare riguarda la potenza impiegata. I forni a microonde sono dotati di un selezionatore di potenza, che consente di programmare l’intensità con la quale vengono emesse le microonde. Il numero delle gradazioni tra cui è possibile scegliere varia da modello a modello. Ovviamente un’intensità maggiore significa un tempo di cottura minore. Le intensità maggiori, dunque, sono indicate per quegli alimenti che necessitano di cotture rapide. Per preparazioni che richiedono cotture più lenti e dolci, è necessario impostare una potenza minore.

Grazie al forno a microonde è possibile creare una varietà di piatti davvero incredibile, risparmiando tantissimo tempo ed energie. Tutto ciò che serve è un po’ di curiosità di imparare ed esplorare soluzioni nuove. Sarebbe davvero un peccato non approfondire questa metodologia di cottura, che apre invece tantissime strade altrimenti inaccessibili.